Sulla spinta delle indicazioni ricevute dalla Commissione Europea in termini di digitalizzazione e internet of things , grazie alle nuove tecnologie presenti sul mercato, nasce il nuovo concetto di cabina elettrica Smart.

La ristrutturazione delle reti di trasmissione dell’energia deve passare necessariamente da qui. Oltre alle infrastrutture principali, è necessario infatti che i nodi più vicini all’utente possano disporre di una tecnologia abilitante, in grado di renderle parte di un sistema integrato in grado di gestire la risorsa energetica senza sprechi.

In cosa consiste?

Trasformatore, quadro di media tensione, power center, possono oggi disporre di sensori e sistemi di trasmissione dati destinati ad essere elaborati da software, sistemi di supervisione (BMS), mappe grafiche e tutto ciò che si renda utile per l’utente.

Molte aziende, in primis le multinazionali, hanno elaborato, grazie alle risorse investite in R&S, delle soluzioni che permettono di:

  • Misurare temperature, resistività e isolamento dei componenti soggetti ad usura o sollecitazioni elettrodinamiche
  • Misurare ed elaborare disturbi della rete, spesso possibili cause di microinterruzioni e danni alle apparecchiature
  • Misurare consumi distribuiti nel tempo, per processo di produzione
  • Sviluppare e mantenere aggiornato il layout di cabina con indicazioni dettagliate dei prodotti completi di manualistica

Quali benefici per l’Azienda?

La cabina elettrica mt bt è il cuore dell’impianto di produzione, e vive con l’impianto, evolvendosi in simbiosi con l’attività.

Per questo motivo, ogni ampliamento delle linee di produzione non deve trascurare la propria capacità di ottenere e distribuire l’energia nell’impianto.

La cabina elettrica media tensione deve essere in grado di sopportare lo sviluppo aziendale, sia in termini di potenza, ma anche e sopratutto in termini di affidabilità e durevolezza. Un guasto legato all’usura oppure a uno sfruttamento intensivo, può causare perdite economiche ingenti. Questo è uno dei principali benefici che la tecnologia applicata alla cabina di media tensione può abilitare.

I disturbi della rete, una volta individuati, possono essere gestiti per ridurre le interferenze nell’impianto, individuando una soluzione e ridurre per esempio i costi di schede elettroniche danneggiate per esempio da sovratensioni

Il primo intervento che una azienda deve progettare sono gli interventi per ridurre gli sprechi e le inefficienze nei consumi. Una volta raccolti i dati, elaborando uno schema di possibili accorgimenti per migliorare l’efficienza dell’impianto, si possono ottenere forti risparmi con costi tutto sommato contenuti

Un layout dettagliato dell’impianto permette di guidare l’operatore nelle manovre su apparecchiature di cabina elettrica di trasformazione in modalità remota, attraverso per esempio la tecnologia della realtà aumentata e riducendo i costi della manutenzione ordinaria e straordinaria

Quali interventi servono

Qualsiasi cabina elettrica prefabbricata può essere implementata con questa tecnologia, anche se esistente, in modo graduale in base alle necessità e priorità dell’utente.

L’individuazione dei sensori per la parte di media tensione e power center e gli strumenti per la raccolta, elaborazione e trasmissione dei dati viene sviluppata in occasione di una intervista con il Cliente.